Prossimi Eventi
No events
Calendario
October 2017
S M T W T F S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

PostHeaderIcon Il Paese

Passato attraverso epoche freddissime e caldissime che hanno dato origine alle caratteristiche peculiari del suolo e del sottosuolo, il territorio di Lozzolo si estende tra due corsi d’acqua: il Rio Rovasenda a Ovest e il fiume Sesia a Est mentre al cento è attraversato dal Torrente Marchiazza, in una valle che, partendo dai contrafforti collinari delle Prealpi a nord, scende verso l’alta pianura vercellese a sud.

Le variazioni climatiche antiche hanno contribuito alla fertilità del suolo che diventò adatto alla coltura della vite sin da epoche pre-romane e dove ancora oggi vengono prodotti vini pregiati come il “Bramaterra”, il “Coste del Sesia” ecc.

La morfologia del sottosuolo del territorio lozzolese è costituita da argille ricche di caolini e feldspati, che sin dagli inizi del sec. XX sono stati ampiamente estratti, contribuendo a dare lavoro e ricchezza alla popolazione Lozzolese.

Le argille esportate in ogni parte d’Italia e d’Europa contribuiscono ancora oggi a fornire materia prima per la fabbricazione di ceramiche pregiate, piastrelle per pavimenti, ecc.


Il nostro paese è dominato dall’alto dal suo antico Castello, con accanto la Chiesa Parrocchiale di San Giorgio, entrambi edificati nel secolo XIII.

Passeggiando per le vie del borgo incontriamo il piccolo Oratorio di San Rocco e Antonio del secolo XVII ed in centro paese la Chiesa di San Sebastiano e Fabiano del secolo XVIII che, per molti anni in oblio, oggi è riaperta alle funzioni pubbliche.

Una passeggiata di 10 minuti fuori porta ci induce a soffermarci e ci invita alla meditazione in un luogo fresco e sereno che è il Santuario della Madonna Annunziata. Oltre ad ammirarne i pregevoli affreschi, potremo dissetarci con la fresca acqua che sgorga da una sorgente e che per molti ancor oggi è considerata miracolosa.


Continuando la camminata raggiungeremo il Monte Mazzucco (Ruscaranda a quota mt. 525) dove i nostri Alpini Lozzolesi hanno edificato una Cappella dedicata alla loro protettrice “Madonna del Grappa”.

Per chi invece desidera fare un “pic-nic” in mezzo ai boschi, un’area attrezzata all’uopo, creata dagli infaticabili uomini e donne della locale “Pro loco”, vi attende in riva al nostro torrente Marchiazza a nord del paese.



Scarica la piccola guida per visitare il paese: clicca qui!

 
English version

Pubblicazioni

Brochure Loxolensis

Mostra d'Arte